domenica 22 febbraio 2009

Kenwood TS-940S - L'evoluzione della specie!





A metà degli anni '80, la concorrenza tra i grandi costruttori giapponesi infuriava con grande beneficio per noi radioamatori e appassionati!

L' americana Drake dopo aver sfornato il glorioso TR 7, aveva ormai lasciato il campo alle 3 sorelle nipponiche, lasciandole regine incontrastate del mercato.

La Kenwood dopo la gloria dei suoi gemelli TS-530 e TS-830, teneva ben saldo sul mercato il Kenwood TS-930S, apparato di punta e dalle caratteristiche avanzate.

La Icom, aveva lanciato una bellisima linea di apparati di medie dimensioni ma di grandi prestazioni, l' Icom 745 e l 'Icom 751, quest'ultimo capostipite di una grande dinastia di apparati Icom.

La Yaesu era in una situazione leggermente arretrata con lo Yaesu FT-980 e lo Yaesu FT-ONE che avevano già qualche anno sulle spalle.

In un periodo di grandi novità tecnologiche con l'uso sempre più massiccio di microprocessori integrati, la Kenwood pensò bene di aggiornare il suo gioiello TS-930 con una nuova versione più moderna:



il Kenwood TS-940S! 


Un apparato imponente e bellissimo, massiccio e pesante.

...rimase per molto tempo solo un sogno, per tanti comuni appassionati dell'epoca, per il suo alto costo.

Con il TS-940S, la Kenwood abbandonò il tipico s-meter a sfondo bianco, per uno nuovo a sfondo nero, forse per dargli una impronta più moderna, ma per il resto è praticamente uguale a quello del TS-930S.

Il Kenwood TS-940S è un apparato molto complesso, a sintonia continua in tutti i modi di emissione, ha un ricevitore a 4 conversioni, simile a quello del TS-930S.

Le analogie con il 930S sono molte, come ad esempio lo splendido filtro SSB Slope Tune che permette, con 2 manopole concentriche, di regolare sulla media frequenza la larghezza di banda desiderata.

Non manca un buon filtro notch sempre in MF. Altre favolose funzioni che provengono dal 930 sono l'AF Tune e il Pitch, vere delizie per i grafisti, oltre alla possibilità di montare 2 filtri opzionali stretti sulle 2 MF, ovviamente il favoloso comando CW VBT permetteva di stringere la banda passante in CW dignitosamente, anche senza i filtri opzionali, ma vi assicuro che il VBT, con i 2 filtri da 500Hz installati, diventa una bomba!

L'apparato non dispone di un preamplificatore in ricezione, ma dispone di un attenuatore a 4 posizioni da 0 - 10 -20 - 30 dB che permettono di giostrarsi bene sulle bande basse.

A proposito, si dice che tenendo l'apparato con l'attenuatore da 10dB inserito, migliori notevolmente la dinamica!


Con il 940 si abbandona la selezione delle bande classiche a scatti e si passa a dei simpatici pulsantini che una volta premuti annunciano il cambio di banda, quindi quando andremo in Cw sentiremo un bel Ta Ti Ta Ti, in Lsb un bel Ti Ta Ti Ti e così via....

Anche la tastiera di selezione della banda è stato migliorata, ora sembra molto più logica e ben disposta di quella del 930 con la possibilità di inserire direttamente la frequenza.

Anche la gestione dei due VFO è migliorata, anche se gestire le 40 memorie risulta ancora scomodo con lo sportello superiore.

Le altre funzioni restano le stesse del TS-930, doppio NB, Monitor, CW full e semi, Processor IN e OUT, ecc ecc ecc.

Le migliorie e gli aggiornamenti sono soprattutto sulla parte logica dell'apparato, che ne fanno sicuramente un apparato moderno.

Si migliorarono pure quelli che furono i mali, del TS-930, che ad esempio soffriva molto il suo inadeguato alimentatore interno, e che ora furono risolti, con una nuova progettazione di tutta la parte di alimentazione e dissipazione.

Ovviamente c'è l'accordatore automatico, (opzionale nelle prime versioni) un pò rumoroso poichè meccanico, ma sicuramente molto più efficiente di quelli a relè che troviamo oggi in molti apparati moderni.

Ma è la modulazione in trasmissione quella che rese celebre la Kenwood con i suoi apparati... e il 940 non era da meno, specialmente se accoppiato con il suo microfono da base MC-60, inoltre l'apparato eroga tranquillamente 120W.

Altra chicca era il sub display verde, vera novità per l'epoca, che dava diverse informazioni sullo stato dei VFO o del Slope Tuning o sull'ora programmata per spegnersi e accendersi, dimostrando così anche un occhio di riguardo per gli amanti del BCL e SWL.

Il Kenwood TS940S ebbe un successo strepitoso, fu prodotto in moltissimi esemplari, e venne costantemente aggiornato e migliorato nel corso degli anni di produzione.


Ancora oggi è facile ascoltare in HF qualche radioamatore che esce con questo glorioso apparato, che tutt'ora risiede operativo in molte stazioni!

Oggi si trova ancora abbastanza facilmente un TS-940S, le sue valutazioni partono dai 700 euro possono anche arrivare a sfiorare i 1000 euro.

il Kenwood Ts-940S è forse la radio Kenwood per eccellenza , la più conosciuta e amata... un apparato che non posso non consigliarvi di avere!

... visto che anch'io, nel 1985 , ero uno di quelli che lo sognava, ed ora mentre vi scrivo è finalmente qui ...nel mio shack!

Creative Commons License
iv3hls ham radio tales is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

1 commento:

fabratta ha detto...

Grande descrizione di un glorioso apparato.
73's de PU7MKI, Fabrizio
www.radiantismo6.webnode.it